Da oggi la promozione tramite oggetto cambia faccia

Anche la promozione tramite oggetto entra nel nuovo millennio. Un millennio che ha come obiettivo primario dimostrarsi più gentile e rispettoso nei confronti dell’ambiente e del pianeta che ci ospita.

È un gesto che tutti noi dovremmo compiere, perché la salute della Terra (e delle generazioni a venire) dipende dall’impatto che abbiamo e che avremo sull’intero eco-sistema.

In tal senso, la promozione tramite oggetto può dare una mano, e con essa la scelta di un numero sempre più elevato di aziende che decidono di optare per le plastiche biodegradabili. Ecco perché oggi approfondiremo proprio questo tema, cercando di capire cosa sono le cosiddette bioplastiche e come possono adattarsi alla PTO e alle esigenze promozionali delle imprese.

Cosa sono le plastiche biodegradabili?

È un po’ complicato spiegare in poche righe cosa sono le plastiche biodegradabili, ma è comunque possibile chiarire la questione accennando proprio all’etichetta “bio”.

Si parla di materiali composti da polimeri che vengono, totalmente o in parte, realizzati utilizzando sostanze biologiche e rinnovabili, come nel caso della fibra vegetale. In altre parole, si evita di utilizzare materiali pesanti da smaltire, come invece avviene con le comuni plastiche commerciali.

Noi non approfondiremo più di tanto questo argomento, ma bisogna sicuramente sapere che gli esempi green sono numerosi, e vanno dall’impiego di amido di mais fino ad arrivare alla cellulosa delle piante.

Le bioplastiche e la promozione tramite oggetto

La PTO e le plastiche biodegradabili: un binomio che promette di fare faville e di diventare una delle logiche più ascoltate da parte delle aziende italiane, al punto da poter cambiare il volto della promozione tramite oggetto, rendendola ancor più green e rispettosa per le esigenze della natura.

Noi di Stegip4 Communication proponiamo una serie di gadget realizzati con questa tipologia di materiali plastici eco-compatibili. Gadget che le aziende possono ordinare e personalizzare, seguendo le tradizionali regole della PTO, per poi farne dono ai propri dipendenti o ai clienti.

Perché optare per i materiali sostenibili?

Quando si regala un qualsiasi gadget, secondo i dettami della PTO, lo scopo è il seguente: premiare qualcuno e al tempo stesso dare maggiore visibilità al marchio dell’impresa.

Che si tratti di un cliente o di un dipendente poco importa, i benefici a livello di awareness del brand sono molto elevati, a patto che l’oggetto venga scelto secondo determinati criteri.

I gadget eco-sostenibili, ad oggi, rappresentano le opzioni più interessanti: in primis perché fanno un favore al pianeta, e in secondo luogo perché vanno incontro ai desideri green del pubblico moderno.

Il consumatore di oggi si dimostra molto attento al “fattore verde” quando sceglie un’azienda che vende prodotti o eroga servizi. Non a caso spesso si assicura che questa a curriculum possa vantare infatti, un certo impegno nella tutela dell’ambiente.

È un fattore preponderante durante la fase di selezione, e promuoversi con oggetti realizzati in materiali green può dare una spinta notevole all’attrattività di un marchio.

Ecco spiegato perché le plastiche biodegradabili potrebbero realmente cambiare faccia alla promozione tramite oggetto, se scelte dalle imprese che desiderano andare incontro ai gusti del proprio target.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *